Citazioni, Aforismi e Frasi celebri

Illusions

Testi di Emanuele Conte tratti dal programma radiofonico “Illusions

Frasi di Emanuele Conte

Non si illudono le persone, non si infonde speranza o gioia nel lasciar pensare che quello che si desidera potrebbe arrivare quando non è vero, non si fa così.


Un disilluso di solito è una persona concreta che sembra abbia capito tutto, ma non tiene presente che l’illusione non è sempre negativa, a volte può avere un retrogusto amaro ma spesso è dolce, l’importante è che non sia in combutta con l’inganno o la negazione.


In tutte le epoche l’uomo, un grande del pianeta Terra, quando alza gli occhi al cielo vede che la sua grandezza è solo un’illusione ed è allora che sentendosi imprigionato fra il potere del tempo e l’infinità dello spazio scopre il bisogno di credere, perché solo così riesce a sconfiggere la paura della solitudine che ai suoi occhi appare l’unica ragionevole certezza ma sicura delusione.


C’è un tempo che trascorriamo, spesso volentieri, immersi in un’illusione totale, si chiama cinema, uno che sapeva dare voce al cinema anche quando gli attori non parlavano si chiamava Ennio ed era un grande, forse senza di lui il cinema di oggi non sarebbe quello che conosciamo, in grado di fare parlare le immagini anche attraverso i suoni, rumori o versi che completano magicamente meravigliose composizioni musicali.


Il tempo e l’attesa sono due illusionisti formidabili, se si alleano riescono a fare giochi di prestigio incredibili, come innervosire chi aspetta, entusiasmare chi immagina, far disperare chi teme e anche immobilizzare chi ti sta aspettando, quando non vuole andare avanti senza di te.


L’illusionista di solito è un uomo di spettacolo, un onesto lavoratore del palcoscenico che con le sue esibizioni che sembrano magie fa divertire, e a volte stupisce, le persone.
Ma ci sono illusionisti abusivi che non hanno conigli nel cilindro o colombe che escono dalle maniche, sono gli illusori, i loro strumenti di prestigiazione sono le parole o le bugie, pronunciate a fiumi o anche scritte, e fra queste tante promesse, notizie o certezze. Spesso agiscono sapendo di abusare della fiducia o della credulità altrui, lo fanno per megalomania, arroganza, per il loro interesse, o peggio, per servire qualche potente in cambio di una carriera o per un tozzo di pane; questi non sono semplici bugiardi e di solito dichiarano di dire la verità e contemporaneamente chiedono incessantemente di essere creduti.


È bello stare insieme a qualcuno in una sera qualsiasi, ma limpida, si crea un’atmosfera nella quale l’importante è solo guardare il cielo, ma da un posto dove la luce della città non oscuri le stelle o i pianeti, e con il passare delle ore illudersi e credere che quel momento si possa ripetere ancora, ancora e ancora una volta.


Certi momenti vorresti non finissero mai, ti illudi al tal punto che arrivi a credere che la magia che stai vivendo possa durare per sempre.
Ma è a quel punto che il tuo cellulare emette un fastidioso suono, è la notifica del fatto che un tuo amico ha postato la foto della pasta che si appresta a mangiare su uno dei social sui quali ti sei imbarcato, gli auguri che la pasta sia scotta, per non dire di peggio, ma ormai l’incantesimo e l’illusione si sono imbarcati sulla nave della quotidianità e vanno da un’altra parte.


Fra le illusioni che si possono vivere davvero c’è la bella vita, divertente, a volte estrema, quasi da pazzi, fino a che un giorno trovi la persona giusta e allora la vita diventa un’opera d’arte con tutti i suoi colori, intensi, chiari e scuri.


La bella vita, come quella dei film, chi non ne ha vissuto almeno un frammento, anche senza originali amori, istantanee follie o minuti da raccontare con parole colme di enfasi quasi per paura di non essere creduti.
E poi c’è la vita bella, quella che ti capita quando sospendi l’ordine delle cose che ti dicono di fare e scegli di trascorrere giorni che si lascino vivere, senza bisogno di essere domati, giorni nei quali non serve fare la guerra, anche se noi, per il fatto che siamo umani, cogliamo ogni pretesto per combattere, qualsiasi sia la causa, illudendoci di poter trovare la pace che cerchiamo solo in fondo a qualche conflitto; siamo lusingati dagli ideali, spinti dalla rabbia, incitati dagli opportunisti, ed è solo quando l’illusione della vittoria ci dà un attimo di tregua che riusciamo a sentire il profumo dei boschi, la brezza che ci accarezza i capelli, la malinconia che ci ferisce dolcemente, e ci accorgiamo che la vita può essere davvero bella.


Incrociando il tuo sguardo allo specchio, guardando la tv, leggendo i giornali, camminando per strada, ascoltando la radio o guardando internet a volte le tue illusioni svaniscono di colpo e ti rendi conto che tutto potrebbe essere meglio di questo, persino tu.


Non so se esiste la laurea in paurologia ma se esistesse probabilmente io, il mio cane Vasco e il nostro amico Scooby-Doo dei cartoni animati dovremmo ottenerla honoris causa.
Molto spesso la paura inizia da un’illusione, qualcosa che immagini senza aver provato o che ti hanno raccontato in un certo modo, sono molte le paure che ci mettiamo addosso da soli, oltre a quelle che gli altri tentano di far scatenare in noi, spesso per metterti sotto pressione o per ottenere una sorta di controllo più che per essere utili.

La paura fa danni, tanto quanto la certezza assoluta e guarda caso sono tutt’e due delle illusioni.


Guardare il mondo con gli occhi del desiderio è come guardare le nuvole e lasciarsi andare alle illusioni create dalle forme che assumono, dalle facce, dagli animali o dalle cose che ti illudi di vedere in cielo.


Il terreno più fertile dove può crescere l’illusione è l’amore.


Sono tante le storie che le persone vivono, sono reali le gioie, i successi o le delusioni e fino a che qualcuno si ricorderà di noi non spariremo mai, saremo presenti come in una fotografia, in grado di illustrare, panorami, volti, ricordi e illusioni.


È nel dire “per sempre” che si mente, non lo si vorrebbe fare, ma dire per sempre è creare un’illusione, promettere senza poter mantenere.


Ascolta l’intero Radio Show su Wolfytunes.it